Home | Startupper | Fai i primi passi | 5 buoni motivi per diventare un imprenditore
5-buoni-motivi-per-diventare-un-imprenditore

5 buoni motivi per diventare un imprenditore

Oggi diventare imprenditori, per alcuni, può essere una scelta obbligata…
Per altri è un sogno che diventa realtà.

Avere una propria idea, darle forma, renderla concreta giorno dopo giorno, vederla crescere, modellarsi, trasformarsi, superare le difficoltà ed arrivare al successo!

 E’ vero, ci sono tante cose a cui pensare, a cui occorre stare attenti e per fortuna ci sono tantissimi aspetti positivi!

In questo articolo tratto da INC. riflettiamo su qualche aspetto un pò fuori dagli schemi 🙂

1) Incontri un minor numero di mummie.

Quando lavori per una grande azienda, tu rappresenti quella società.
Quando si parla di venditori, fornitori, clienti, ecc, devi essere più un burattino e meno una persona.
Più l’azienda è grande e più sali nell’organigramma, più burattino devi diventare.
In breve, sei diventato una mummia dell’azienda e le tue bende nascondono la tua personalità.
E, poiché le grandi aziende tendono a fare affari con le altre grandi aziende, si tende a interagire principalmente con altre mummie e le mummie, si sa, sono noiose.
Le persone che iniziano una propria attività sono in grado di rimuovere la maggior parte delle loro bende. Non hanno nessuno a cui dover rendere conto, a parte se stessi.
Nel bene o nel male, possono essere ciò che sono.

2) Non hai bisogno di un’oasi.

Ecco cosa succede quando si lavora per qualcun altro.
Hai competenze: il datore di lavoro ti dice dove, come e quando applicare tali  competenze. Raramente arrivi a fare quello che vuoi fare nel modo in cui desideri farlo. Tu sei solo un ingranaggio di una macchina più grande.
Più “ingranaggio” sei tenuto a diventare meno riesci ad esprimere te stesso nella vita lavorativa e più spesso potresti sentire la necessità di esprimere il tuo vero io nel tuo ufficio o area lavorativa.
Da qui le foto e altri soprammobili sulla tua scrivania …tutte cose progettate per ricordarti che sei molto più di un semplice ingranaggio.
Se inizi una tua attività, potresti essere ancora l’ingranaggio di una macchina più grande (la tua macchina…), perché non sempre si può fare tutto da soli, ma arriverai a decidere tu dove, come e quando applicare le tue abilità.
E non sarà più necessario ricordarti che sei più di un semplice insieme di competenze necessarie per essere utilizzato a discrezione dal tuo datore di lavoro.

3) Coltivi le tue passioni.

La maggior parte degli imprenditori iniziano un business a causa di un interesse.
Un business basato su un interesse, un hobby o una passione ha molta più forza di qualunque altro business iniziato per altri motivi, ad esempio perché un determinato tipo di prodotto o di mercato “tira”.
Poi l’equilibrio vita-lavoro è molto meno problematico.
Quando fai quello che ti piace, è solo vita, non lavoro.

4) Batti il fisco al suo stesso gioco.

Anche se quanto segue non deve essere considerata come una consulenza legale o finanziaria e dovreste sempre cercare la guida di un professionista qualificato, possedere una propria attività consente di attingere ad innumerevoli agevolazioni e vantaggi fiscali.
Nelle circostanze giuste si possono dedurre cose come: tempo libero, viaggi,  educazione, veicoli, ecc… la lista è lunghissima.
E se sei intelligente non vedrai tutto questo come un male necessario, guardalo come un altro modo per massimizzare il ritorno dei tuoi affari e per appendere di più sui tuoi soldi.

5) Il portico sarà molto più divertente.

Un giorno ti siederai (metaforicamente) sulla tua veranda e guarderai indietro alla tua vita.
Probabilmente ti rammaricherai solo di alcune cose, ma questi sono gli errori che hanno contribuito a renderti la persona che sei.
Quello che sicuramente ti dispiacerà sarà il non aver provato delle cose, specialmente se la ragione per cui non hai provato è la mancanza di fiducia o la paura dell’ignoto.
Una delle frasi peggiori che potrai dire sotto il portico inizierà con: “Mi chiedo cosa sarebbe successo se…”.
Non guardarti indietro e meravigliarti. Se vuoi avviare un’impresa, fallo e basta. Ci sono molti modi per limitare il rischio.
E se non ci riuscirai, almeno ci avrai provato.

 

Fonte PMI Nord Est
http://www.pminordest.it/2012/06/07/5-buoni-motivi-per-diventare-un-imprenditore/
Articolo liberamente tradotto e riadattato da INC. 

About Giuliano Ricupero

Società: Jointhebiz  -  Aree di competenza: Web & Social Media strategies, Web tools, Project Management -  Interessi: Business Networking, Formazione, Crescita Personale, Sociale

Check Also

Oggi voglio parlare di Brainstorming e di Alleanze di Cervelli!

Alleanza dei Cervelli: il brainstorming per imprenditori e professionisti

Oggi voglio parlare di Brainstorming e di Alleanze di Cervelli! Da Wikipedia la definizione che ...

2 commenti

  1. Complimenti per l’articolo, una spinta motivazionale verso l’imprenditoria che oggi spaventa ancora troppi giovani. Bisogna avere voglia di mettersi in gioco, di porsi e raggiungere obiettivi. E’ vero, oggi diventa difficile introdursi sul mercato con un progetto imprenditoriale vincente, capace di imporsi sul mercato e rimanere protagonista sul lungo termine. Se hai un idea geniale devi rischiare e lanciarti nel l’imprenditoria. Se non hai un idea adatta per il mercato puoi appoggiarti ad altre aziende che ti permettano di diventare imprenditore garantendoti un progetto vincente, ben studiato e supportato. In questo caso sei più facilitato e agevolato, ma devi comunque avere voglia e determinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 4 =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy