Home | Imprenditore | Azienda ed esercito: metafore e differenze!
azienda-ed-esercito-metafore-e-differenze

Azienda ed esercito: metafore e differenze!

Ho partecipato ultimamente ad un corso di formazione, o forse più di sopravvivenza-, organizzato all’interno della caserma della Folgore a Livorno. Ho da sempre la passione della divisa in generale, non so più se per fascino della divisa stessa, o per quello che ne può nascere come metafora e insegnamento per chi fa impresa. Il fatto comunque è che da questa mia passione e da questa esperienza forte alla Folgore, così come da simili che ho fatte in passato presso i Comsubim della Marina, sono scaturite alcune riflessioni.

Spesso quando si parla di strategia viene subito in mente l’ambito militare, visto che gli strateghi per eccellenza sono sempre stati i grandi condottieri o i generali dell’esercito. Eppure anche gli imprenditori che “combattono” in campo “mercato” tra i “nemici” concorrenti sono degli ottimi strateghi, o meglio, è bene che lo siano! I due settori, aziendale e militare, possono imparare molto l’uno dall’altro. Non tutto quello che è valido in campo militare vale in campo aziendale e viceversa, ma vivendo esperienze in campo militare con la testa “aziendale” si possono trovare più vicinanze di quanto si creda!

Una delle cose che mi ha fortemente stupito dell’organizzazione militare è l’attenzione al pianificare: per ogni missione, anche in caso di emergenza, un terzo del tempo a disposizione è dedicato alla pianificazione, vista come preparazione alla battaglia…..e noi imprenditori, manager, professionisti, per prepararci alla “battaglia” sul nostro mercato, quanto tempo dedichiamo a pianificare? Un tempo definito o casuale? Una riflessione profonda su questo aspetto può a mio avviso portarci a comprendere molti aspetti, anche su errori o fallimenti passati, e in questo mi metto in prima linea!

Altri elementi di grande comunanza riguardano il fatto che in entrambi i settori c’è una netta distinzione tra strategia e tattica e il fatto che le strategie, che sono appunto un aspetto fondamentale, implicano un significativo impiego di risorse. Su questi aspetti un’intervista fatta ad un grande personaggio della Folgore, il Ten. Col. Alessandro Albamonte, di prossima uscita su Impresa In Corso, chiarirà meglio almeno il punto di vista militare….quello imprenditoriale vedremo di metterlo noi con il nostro vissuto!

Da quest’esperienza di sicuro ho rivisto alcuni miei preconcetti, quelli che non mi permettevano di vedere così tante similitudini tra i due settori e che vedevano il settore militare molto più fermo, statico, piramidale. La strategia, nel militare, è definita dal Generale che delinea i piani di attacco e li comunica alla truppa….è anche vero che in settori come quello della Folgore, la “truppa” è coinvolta molto nella definizione dei piani di attacco, anzi il momento di pianificazione di cui si parlava prima è in gran parte demandato a loro. Nelle nostre aziende chi definisce la strategia? E chi delinea i piani di attacco?

Si pensa che in campo militare tutti eseguono ordini e l’improvvisazione e l’iniziativa non siano premiate. In realtà, specie in situazioni di crisi, l’iniziativa viene ben vista, così come sempre più avviene nelle aziende “illuminate”, quelle che preferiscono premiare l’iniziativa privata piuttosto che sostenere una mera esecuzione dei compiti.

La mia non vuole ovviamente essere un’esaltazione del settore militare, mi piace piuttosto scoprire le metafore che possono insegnare qualcosa! Del resto esistono tra i due settori forti differenze che si possono ad esempio riscontrare nel “campo di battaglia”: nel militare è ben definito sia geograficamente che politicamente; nel settore impresa invece il campo di battaglia è sfumato, a volte può essere anche ambiguo, e non sempre sono chiari i concorrenti/nemici, e non sempre i concorrenti possono essere considerati nemici!

E voi quanto considerate vero questo parallelismo tra azienda ed esercito? Quanto credete che uno possa imparare dall’altro migliorandosi?

 

About Nadia Toppino

Aree di competenza: Public Relations, Organizzazione Eventi, Food&Wine blogger, Creatività aziendale - Interessi personali: Food&Wine, Sociale e No profit, Business Networking

Check Also

Dai “limiti” del brainstorming a vantaggi dell’Alleanza dei Cervelli!

Dai “limiti” del brainstorming ai vantaggi dell’Alleanza dei Cervelli

Quali sono i vantaggi di un brainstorming tra imprenditori e professionisti? E quali differenze ci sono rispetto ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 4 =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy