Home | Imprenditore | Business Coach o Mentore per l’Imprenditore: Serve realmente? Quali qualità dovrebbe avere?
business-coach-o-mentore-per-limprenditore-serve-realmente-quali-qualita-dovrebbe-avere

Business Coach o Mentore per l’Imprenditore: Serve realmente? Quali qualità dovrebbe avere?

Gli imprenditori, soprattutto quelli più giovani, tendono spesso a rivolgersi a parenti, amici, conoscenti o ex-colleghi per confrontarsi o cercare consulenza. Quelli meno giovani tendono a non confrontarsi più con nessuno. Nulla di male in questo ma è giusto sapere che questo può rivelarsi un grave errore.

La ragione è semplice: amici, parenti, conoscenti sono tutte persone che tendono a dirti quello che vuoi sentirti dire. Al contrario, non confrontarsi con nessuno, vuol dire ancorarsi a idee che spesso nel tempo diventano sempre meno efficaci, ovvero non riuscire più a vedere soluzioni alternative alle proprie difficoltà ne tanto meno nuove opportunità. Per questo, un business coach o un mentore sono spesso una soluzione migliore.

Un mentore potrebbe essere un altro imprenditore o qualcuno che lavora in un settore correlato al vostro ed è disposto ad aiutarvi. Un business coach può essere un consulente o un professionista. Ambedue, a differenza di chi conosci, saranno orientati a ragionare su di te non come persona ma come imprenditore o, più semplicemente, si atterranno al merito del tuo business. Tenderanno quindi a essere a loro agio anche nel comunicarti una pessima notizia piuttosto che a esprimere una dura critica nei tuoi confronti.

Inoltre, poiché hanno già avviato un’attività in passato oppure hanno lavorato in aziende strutturate con incarichi di rilevante responsabilità o magari hanno un know-how specifico su alcuni temi, possono colmare lacune derivanti dalla tua minore o diversa esperienza, oltre che usare la loro saggezza per aiutarti a gestire le continue sfide dell’attuale periodo economico.

Detto questo, come si fa a trovare questo leggendario personaggio? Certo, potresti conoscerlo indirettamente, trovarlo casualmente su internet ma più spesso lo trovi grazie al tempo che dedichi al networking e allo sviluppo delle relazioni professionali.

Qualora tu decida di iniziare questa ricerca, assicurati solo di mettere gli occhi su qualcuno che per te potrebbe essere un buon modello da seguire o qualcuno che ha competenze, valori e personalità che ben si combinano con le tue.

Ti elenco comunque cinque qualità che personalmente ritengo fondamentali per identificare il mentore o il business coach ideale:

Pragmatismo
La maggior parte degli imprenditori ha un sacco di idee o pensa di averle esaurite tutte. Alcune idee o possibili soluzioni possono essere messe in pratica facilmente altre con maggiori o enormi difficoltà. Il “coach” ideale, grazie alla sua conoscenza ed esperienza cerca sempre di valutare e consigliarti in funzione della possibile e concreta efficacia delle azioni, indipendentemente dal tuo personale stato d’animo o punto di vista del momento.

Credibilità
Gli imprenditori tendono spesso a farsi guidare dalla crisi del momento è questo li porta a trascurare quelle che dovrebbero essere le vere priorità per la crescita continua della propria azienda. Condividere gli obiettivi con un “coach” significa che, se non vengono conseguiti, si dispone di una voce credibile, abile non solo a ricordartelo ma anche in grado di spingerti a tornare sulla strada giusta.

Competenza
Un business di successo è quello che non si ferma mai. Perché questo accada, hai bisogno di un flusso costante di idee per lo sviluppo e l’espansione dell’azienda che ben si combini con la comprensione realistica dei costi e delle risorse necessarie. A seguire servono una strategia e la giusta pianificazione per realizzarla. Un buon “coach” ha la conoscenza e la competenza per seguirti su questi temi.

Relazioni
Qualora tu abbia bisogno di trovare investitori, attrezzature, consulenza di qualsiasi natura o quant’altro, il “coach” dovrebbe avere i contatti giusti o sapere comunque come trovare le informazioni a te utili. Ancor più importante, deve essere in grado di aiutarti a costruire una tua rete di relazioni.

Vision
Spesso sei così immerso nella tua azienda che ti dimentichi di fare quel passo indietro che ti consentirebbe di guardarti dall’alto o dall’esterno. Per meglio chiarirti il concetto, è come vivere accanto ad un aeroporto e dopo un po’ non sentire più gli aerei. Un “coach” sa cosa cercare e valutare non solo per vedere ciò che tu non vedi più ma, ancor meglio, ciò che vedono i tuoi clienti e di cui magari non ti rendi più conto.

Quanto potresti migliorarti e quanto potrebbe crescere la tua azienda grazie a tutto questo? 

About Fabrizio Diluca

Società: fd research group s.r.l.  -  Aree di competenza: Entrepreneurship, Leadership, Business Development, Marketing strategies, Sales Management  -   Interessi: Formazione, Business Coaching, Sviluppo e crescita personale, Musica, Alta Fedeltà, Investimenti Finanziari

Check Also

Dai “limiti” del brainstorming a vantaggi dell’Alleanza dei Cervelli!

Dai “limiti” del brainstorming ai vantaggi dell’Alleanza dei Cervelli

Quali sono i vantaggi di un brainstorming tra imprenditori e professionisti? E quali differenze ci sono rispetto ...

6 commenti

  1. Grazie Fabrizio.
    Un elenco qualità perfetto….e se si ha comunque difficoltà ad individuare una persona che rispecchi queste caratteristiche o che comunque non “sentiamo” come mentore,
    dove troviamo lo “spaccio dei mentori”??!!!

    grazie!
    nadia

    • Nadia, grazie per il commento. Purtroppo, nessuno “spaccio di mentori” disponibile…. 🙂 … ma solo tanta voglia di ritenerlo utile, individuarlo e convincerlo ad aiutarci.

  2. Grazie per gli spunti di riflessione Fabrizio.
    Confrontarmi con un Mentore per determinati progetti o scelte, è indubbiamente una delle cose più utili e importanti che faccio, e mi sento di consigliarlo vivamente a chiunque (indipendentemente da ruolo o settore).

    Suggerisco di non sovrapporre il ruolo del mentore (colui che ti guida e ti consiglia attraverso la propria storia ed esempi di successo) a quello del coach (colui che supporta la tua crescita personale e aziendale sviluppando le tue doti uniche – senza consigli!!). Sono figure che fanno cose diverse e con competenze distinte.

    Le 5 doti si adattano molto bene ad entrambe le figure!!
    Grazie ancora!

  3. Andrea Cusinello

    Ottimo articolo, grazie per la condivisione Fabrizio.
    Personalmente ho avuto 3 mentori e ora ho inizieró un percorso di coaching.
    Posso dire che le prime due scelte son state errate e mi son costate molti soldi e frustrazione… Forse doveva essere cosí.
    Spero di aiutare I lettori elencando gli errori:

    Il primo aveva un fatturato decisamente inferiore al mio (!!!), quindi inconsciamente non l’ho preso interamente sul serio e non mi ha aiutato a crescere a livello di mindset… in piú c’era confusione tra ruolo mentore e coach, consiglio nro 1: chiedi il suo guadagno o almeno assicurati dei suoi risultati.

    Secondo errore: questo mentore aveva sí un ottimo risultato e una visione out of box, ma era invisibile come referenze e metodo di lavoro. Risultato: I suoi consigli non si sposavano con la mia filosofia e alla lunga ho perso la fiducia. consiglio 2: controlla le referenze sul sito o chiedi di parlare con un cliente.

    Alla luce di queste esperienze, ho sviluppato la mia idea di come innescare un business menthor:
    1 scegliere il piú caro che tu al momento ti possa per mettere
    2 scegliere quella persona dove tu vorresti essere esattamente in un determinato lasso di tempo (un anno)
    3 al raggiungimento dell’obbiettivo, licenzia il mentore e tornare al punto

    Spero la mia esperienza sia d’aiuto e grazie per aver condiviso il tuo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × due =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy