Home | Da Sogno al Business | Mettersi in proprio: da dove cominciare se vuoi diventare un professionista
diventare un professionista

Mettersi in proprio: da dove cominciare se vuoi diventare un professionista

Avere una propria attività, mettersi in proprio e diventare un professionista rappresenta il sogno nel cassetto per tante persone.

Essere padroni del proprio tempo, scegliere quando (ed anche con chi lavorare) è un progetto ambizioso e, prima o dopo, ti scatta dentro quel qualcosa e scegli di fare il grande passo!

A volte si parte così, all’arrembaggio, senza pianificare un granché perché, in fondo, in qualche modo si trova il modo per far funzionare le cose. Così ci dicono. Ma è vero?

Apri i social e quasi sicuramente, almeno una volta nella giornata, ti imbatti in post di “persone che ce l’hanno fatta” ed ecco che allora, anche dentro di te, comincia a muoversi quel qualcosa che ti convince che sì, ce la puoi fare anche tu.

Posto che bisognerebbe anche indagare se tutto quello che vediamo corrisponde alla realtà ma, ammesso sia tutto vero, quello che si vede poco è tutto il lavoro fatto dietro le quinte perché, di casuale, nel successo, quello vero, c’è ben poco.

Ci sono strategia, pianificazione e numeri. Ci vuole un piano.

Ecco, concentriamoci proprio su questi tre aspetti che sono spesso tralasciati ma che sono invece l’ingrediente segreto per diventare un professionista di successo.

Quando maturi l’idea di avviare la tua attività molto spesso ci si butta ad esempio online, senza una vera cognizione di causa.

Perché ti pubblicizzi sul web?

A chi ti stai rivolgendo?

Lo stai facendo perché sai precisamente a chi comunicare i tuoi messaggi o molto più semplicemente perché “sono tutti online”?

Attenzione, non voglio dire che muoversi sul web sia sbagliato. Tutt’altro!

Il punto è che se lo fai così, tanto per fare, è molto probabile che otterrai risultati diversi rispetto a quelli sperati. E per diversi non intendo di certo migliori…

Ma soprattutto: se ti pubblicizzi sul web lo fai per ottenere dei contatti, giusto?

La domanda è: di quanti contatti hai bisogno per “vivere bene”?

Sai già “quanto ti costerà la tua attività”?

Hai un’idea, un ordine di grandezza, per capire di quanti nuovi clienti per sostenere la tua vita professionale e privata?

Ok, d’accordo, vista così può anche sembrare più complesso di quello che in realtà è. Il punto è che tu hai bisogno di conoscere questi numeri, perché sono i numeri del tuo business:

  • Hai bisogno di capire qual è il fatturato minimo che devi ottenere per coprire i costi della tua attività
  • Hai bisogno di conoscere quali prodotti e/o servizi possono aiutarti ad ottenere i tuoi obiettivi
  • Hai bisogno quindi di capire di quanti contatti hai bisogno ed in quanto tempo possono diventare tuoi clienti

Può sembrare complesso, anche perché, probabilmente, quando hai deciso di diventare un professionista ti sei giustamente concentrato sulla tua proposta, sulla tua competenza e professionalità e, in generale, su quello che puoi fare per gli altri.

Ma è sufficiente questo per avere successo?

No, non basta.

Il guaio (o la fortuna?!) è che oggi, viaggia tutto molto più velocemente del passato. Oggi non è più sufficiente il passaparola. Intendiamoci, rimane uno degli strumenti per farsi conoscere oltre che una cartina di tornasole sulla qualità del nostro lavoro ma… possiamo davvero concederci il lusso di basare la crescita della nostra attività solo ed esclusivamente sul passaparola?

Se la qualità del nostro lavoro sarà e rimarrà eccellente, migliorando sempre di più, sì, il passaparola sarà uno dei modi per farci trovare da nuovi clienti. Ma nel frattempo?

E’ soprattutto nelle prime fasi di un business che dobbiamo occuparci di mettere in piedi una “macchina da guerra”.

Ma ci sono due belle notizie…

Diventare un professionista: i passi da fare

La prima è che, con gli strumenti giusti, capire come mettere insieme i pezzi di questa macchina, passo dopo passo, non è poi così complesso.

La seconda è che, una volta costruita, questa macchina continuerà a funzionare!

Semplicemente col tempo ti dovrai dedicare a manutenerla, proprio come la tua quattro ruote ;-) e magari aggiungerle o cambiare qualcosa per renderla più attuale e ancora più performante.

Quindi, se davvero tieni al tuo sogno nel cassetto, devi realizzarlo partendo dalle basi. Proprio come quando costruiamo una nuova casa: di certo non partiamo dal tetto ma dalla creazione di fondamenta molto solide.

Che cosa c’è di complesso oggi nel partire con una nuova attività per diventare un professionista?

In questo preciso momento storico ci troviamo di fronte ad una situazione dove le risorse scarseggiano e, parlando di risorse, mi riferisco a soldi e tempo.

Cosa significa questo?

Che così come stiamo attenti alle nostre spese, posticipando il rimandabile, così fanno anche i nostri clienti o potenziali tali.

Ma questo significa che tu non compri più nulla? Assolutamente no!

Semplicemente, poni maggior attenzione alle tue scelte per esser certo di scegliere sempre il meglio.

Attenzione però a non farti trarre in inganno…

Scegliere il meglio, non significa necessariamente scegliere “il prezzo più basso” ma il “miglior prezzo”. Significa ragionare in ottica di “investimento” cercando il giusto compromesso qualitativo.

Ragionando da professionisti quindi, non possiamo pensare di porci sul mercato sperando che qualcuno ci trovi e ci scelga…

Dobbiamo strutturare adeguatamente la nostra proposta perchè non possiamo sbagliare, perché non abbiamo ne tempo ne soldi da “buttare”.

Ecco perché per diventare un professionista di successo pianificare diventa importante. La pianificazione ci permette di conoscere i numeri della nostra attività e se i numeri non tornano, non significa necessariamente che tutto andrà male ma, semplicemente, significa avere indicatori che ci fanno capire dove e in cosa siamo più deboli e su cosa concentrare le nostre risorse per ottenere dalle stesse il massimo ritorno possibile.

Simona Volpi

  

================

Se devi ancora diventare un professionista, o se ti sei messo in proprio da meno di 1 anno, per approfondire su questo e altri temi importanti, puoi partecipare all’evento gratuito organizzato da Impresa In Corso: “Carpe Dream!

=================

 

About Simona Volpi

Società: Libera Professionista  -  Aree di competenza: Protezione e Previdenza, Formazione Business -   Interessi: Sviluppo e crescita imprenditoriale, Formazione, Start up, Natura, Viaggi

Check Also

Le migliori abitudini degli imprenditori e professionisti di successo

Le migliori abitudini degli imprenditori e professionisti di successo

Esistono delle abitudini degli imprenditori e professionisti di successo? Diventare un imprenditore o un professionista ...

3 commenti

  1. Un post chiaro ma anche “sincero”, scritto evidentemente da chi ci è passato. Complimenti Simona.

  2. Bell’articolo, giuste considerazioni per iniziare un’impresa di successo, evitando errori che possono farla fallire in partenza

  3. Un post sentito e sincero ma tutt’altro che banale. Complimenti all’autrice :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

dodici − tre =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.