Home | Startupper | Avvia la tua impresa | TEST- Metterti in Proprio: Hai davvero quello che serve?
metterti in proprio

TEST- Metterti in Proprio: Hai davvero quello che serve?

Vuoi davvero metterti in proprio?

Immagina di ricevere una fantastica offerta di lavoro da parte di un’azienda leader che si trova a pochi minuti da casa tua. Una posizione professionale invidiabile, il tipo di lavoro per il quale le persone farebbero carte false. Stipendio scandaloso, orario flessibile, un ruolo molto rispettato…

Ora immagina anche di avere, contemporaneamente a quella proposta di lavoro, un’idea imprenditoriale con un buon potenziale legata magari ad un tuo sogno nel cassetto. Un’idea differenziante, magari in un settore emergente. Una visione di qualcosa che pensi potrebbe essere vincente, anche se non ne hai ovviamente alcuna certezza.

Pensaci bene, cosa faresti?

Accetteresti quel lavoro con un grande stipendio e l’orario flessibile? O scommetteresti su te stesso e sulla tua idea, sul tuo sogno, immaginando quello che potresti realizzare?

Potrebbe sembrarti solo un esercizio ma questa è la condizione reale in cui si trovò Henry Ford nel 1899.

Assunto come ingegnere dalla Edison Illuminating Power Plant di Detroit, la società di Thomas Edison, ricevette una sontuosa proposta economica legata ad una promozione proprio mentre aveva appena iniziato a costruire la sua prima autovettura in un garage.

Ford ci pensò su, la decisione era tutt’altro che semplice. Alla fine, lascio Edison per andare a lavorare alla Detroit Motor Co. che… poco dopo… fallì!

Il sogno però era grande… così cerco dei sostenitori e fondò la Henry Ford Co. che… poco dopo… fallì!

Ci riprovò… e fallì ancora.

Solo al terzo tentativo, con la nascita della Ford Motor Co., l’idea prese piede radicalmente cambiando il corso della storia.

Amo molto Henry Ford e la sua storia. Ha certamente ispirato questo post.

Più in generale, come Imprenditore, come Business Coach e come Investitore, amo le persone che hanno il coraggio di provare qualcosa di nuovo o che sono convinte che le loro idee possano cambiare un settore, un business, un mercato o il mondo.

C’è un entusiasmo in loro che è contagioso. Il loro spirito imprenditoriale è potente. E’ un dono che non sempre viene concesso a tutti.

Ho imparato molto dalla storia di Henry Ford, così come, nel corso degli anni, ho imparato molto dalle mie esperienze professionali e imprenditoriali.

Imparo molto e apprendo continuamente anche dalle esperienze di startupper, professionisti e imprenditori con cui ho la fortuna di avere a che fare quotidianamente.

Sono certamente in una condizione privilegiata. Sono in un osservatorio che mi permette di rilevare caratteristiche comuni tra gli imprenditori.

Se vuoi metterti in proprio, queste le prime cinque che ti invito a considerare, cinque caratteristiche comuni tra gli imprenditori di successo:

 

  1. Passione

Molti pensano erroneamente che non sia possibile ottenere alcun successo imprenditoriale senza soldi o senza investitori. Anche se fosse vero, questo riguarda solo la fase di start up perché poi inizieranno le vere sfide e sorgeranno continuamente ostacoli da superare. Complicazioni che richiedono qualcosa di più delle sole disponibilità economiche.

Questo è il momento in cui la vera passione, ti dà la capacità di resistere, di restare in corsa anche quando le cose si fanno difficili. La passione crea una forte mission, quello scopo che va oltre. La passione crea la visione che ha guidato e guida gli imprenditori di successo.

Henry Ford diceva: “Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi quando togli gli occhi dalla meta”.

  1. Tolleranza al Rischio

Agire comporta rischi. Aver paura di rischiare crea immobilità. Non si tratta di lanciare i dadi ma di saper rischiare in modo intelligente. Così facendo, un vero imprenditore ottiene due vantaggi: la conoscenza e la competenza.

Se vuoi metterti in proprio devi essere consapevole che gli imprenditori di successo sono disposti a tentare quando gli altri non lo fanno e così imparano più velocemente, fanno più esperienza, conseguono traguardi più importanti.

 

Henry Ford diceva: “Quelli che rinunciano sono più numerosi di quelli che falliscono”.

  1. Networking

A parità di condizioni, le persone collaborano con chi apprezzano maggiormente, con chi sa dar loro maggior valore. E’ il principio fondante di qualsiasi relazione. Che si tratti di un collaboratore, di un partner o di clienti, è necessario saper ascoltare e comprendere le persone e lavorare sodo per costruire e mantenere ottimi rapporti.

Molto bello in questo senso l’evento “Alleanza dei Cervelli” che organizza ciclicamente Impresa In Corso.

Se sai aggiungere valore alle persone, loro daranno valore a te.

Henry Ford diceva: “Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo”.

  1. Accettare il fallimento

In tanti anni passati nelle multinazionali e poi da imprenditore, ho imparato che il fallimento non è mai fatale, perché non è mai l’errore commesso il problema, ma il come tu reagisci di fronte a quell’errore. Che il tuo errore sia una semplice caduta o un incidente spettacolare, nulla potrà accadere se anziché concentrarti sul dolore, hai sempre la forza mentale di chiederti: Che cosa ho imparato?

L’esperienza in se stessa non aiuta molto, ma la valutazione attenta di qualsiasi esperienza può essere invece un grande insegnante. Impara dai tuoi errori e sarai sempre davanti agli altri.

Henry Ford diceva: “Ogni fallimento è semplicemente un’opportunità per diventare più intelligente”.

  1. Risolutezza

Negli Stati Uniti, i Marines hanno un elenco dei quattordici tratti che definiscono un leader. Tra questi c’è la risolutezza, cioè la capacità di prendere decisioni rapide con i dati disponibili e basandosi sulla saggezza maturata attraverso l’esperienza.

Se pensi davvero di metterti in proprio, devi aver chiaro che è fondamentale per un imprenditore essere in grado di cogliere le opportunità al momento giusto. E’ un fattore critico per il proprio successo.

 

Del resto, se non sei in grado di prendere le tue decisioni, ci sarà sempre qualcun altro che lo farà per te.

Henry Ford ha detto: “Una delle più grandi scoperte che un uomo può fare, una delle sue più grandi sorprese, è scoprire che può fare ciò che aveva paura di non poter fare”.

L’imprenditorialità non è facile, non è per i “fancazzisti”, non è per i deboli di cuore. Per ogni storia di successo come quella di Ford, puoi trovarne almeno una senza lieto fine.  Se vuoi metterti in proprio e diventare un professionista o un imprenditore, devi aver chiaro quali sono le sfide che devi affrontare.

Se però hai fiducia in te stesso e hai quei tratti di cui ho parlato sino ad ora, allora tutte le sfide che dovrai affrontare per costruire il tuo sogno, valgono la pena di essere affrontate.

Se hai un tuo sogno professionale o imprenditoriale e vuoi metterti in proprio, prova a fare questo semplice Test…

 

Nulla di definitivo o scientifico ovviamente. Giochiamo solo insieme e facciamoci un’idea:

  1. Sei mosso da una forte passione?
  2. Sei abile nel promuoverti e nel vendere?
  3. Sai gestire lo stress?
  4. Godi di buona salute?
  5. Sei sufficientemente a tuo agio con il rischio?
  6. Sai sviluppare buoni rapporti con le persone?
  7. Sai abbracciare gli errori come fossero un tuo buon amico?
  8. Hai creatività verso la risoluzione di problemi?
  9. Sei competitivo?
  10. Sai gestire le critiche?
  11. Sei ottimista?
  12. Sai decidere?
Quante volte hai risposto Sì?

Sei hai risposto di sì meno di 5 volte, forse è il caso che tu non segua le orme di Henry Ford, forse l’idea di metterti in proprio non è la migliore. Accetta subito l’offerta di lavoro di Edison. 🙂

Sei hai risposto di sì tra le 5 e le 8 volte, sei sulla buona strada ma per metterti in proprio con successo devi ancora migliorarti. Guarda bene le caratteristiche cui hai risposto no, e su quelle più importanti, definisci un tuo piano per fare esperienza o per formarti.

Se hai risposto sì almeno 9 volte… WOW… Bingo! 🙂
Hai potenziale e probabilmente già una buona mentalità imprenditoriale. Non perder quindi tempo e passa subito alla costruzione del tuo Business Plan. Non importa quanto piccola o grande sia la tua idea di business… il punto di partenza è sempre un Business Plan.

Cosa fare subito?

Se sai di cosa si tratta, allora agisci immediatamente perché nella costruzione del tuo Business Plan scoprirai, non solo il livello di fattibilità della tua idea imprenditoriale, ma anche se hai necessità di acquisire o di sviluppare autonomamente altre competenze per metterti in proprio, garantire successo al tuo business… e realizzare il tuo Sogno!

Se non sai di cosa si tratta o non sai come realizzarlo, puoi partecipare a eventi gratuiti come il “Carpe Dream” organizzato da Impresa In Corso. Partecipa anche se hai risposto tra i 5 e gli 8 sì… così avrai le idee più chiare su cosa fare e dove agire.

In bocca al lupo!

Fabrizio Diluca

Fabrizio Diluca Linkedin  Fabrizio Diluca Twitter  facebook-fabrizio-diluca

 

Se hai apprezzato questo post, troverai certamente interessanti anche:

About Fabrizio Diluca

Società: fd research group s.r.l.  -  Aree di competenza: Entrepreneurship, Leadership, Business Development, Marketing strategies, Sales Management  -   Interessi: Formazione, Business Coaching, Sviluppo e crescita personale, Musica, Alta Fedeltà, Investimenti Finanziari

Check Also

Quando il Seme da origine all'Azienda

Quando il Seme da origine all’Azienda

Ho letto qualche tempo fa alcuni articoli sul mondo aziendale, che utilizzavano come metafora le ...

4 commenti

  1. Dal test non sono uscito neanche male 🙂
    Bel post, mi sono iscritto al Carpe Dream.
    a presto

  2. Giuliana Notari

    Se il buongiorno si vede da mattino (esito del test) allora sono sulla buona strada! 🙂 A parte gli scherzi, complimenti per l’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 1 =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy