Home | Imprenditore | Vita da startupper: 5. l’emozione
Vita da startupper 5. l’emozione

Vita da startupper: 5. l’emozione

Le persone giuste fanno sempre la differenza e quando comprendi che tutti i tasselli sono al proprio posto e quindi hai tutte le carte in regola per cominciare a costruire concretamente la tua impresa, entra in gioco uno strano stato mentale che in realtà conosciamo bene e che ci ha accompagnato fin dall’inizio della nostra vita: l’emozione.

Finalmente hai trovato delle persone con cui condividere il tuo progetto, ci credono, al punto di compartecipare nella tua società finanziandola. Questo significa che ripongono in te e nelle tue capacità moltissima fiducia.

Si comincia, arriva il momento di iniziare a lavorare, vorresti fare mille cose e ottenere fin da subito grandi risultati, sia per stupire te stesso che i tuoi nuovi soci ma purtroppo a volte, come si suol dire, l’emozione gioca brutti scherzi. Potresti commettere degli errori, andare in una direzione diversa da quella cui avevi pensato, non darti le giuste priorità e ottenere risultati insoddisfacenti e quindi potresti accorgerti di una cosa fondamentale e davvero molto importante che forse non avevi considerato. L’esperienza dei tuoi investitori.

Molti credono che il ruolo principale di una persona o di una società che decide di investire in una startup sia quello di mettere a disposizione di un giovane imprenditore i fondi necessari per cominciare l’attività, con l’obiettivo di trarne profitto negli anni in maniera del tutto automatica. Nulla di più corretto, giustissimo. Effettivamente è così ma in alcuni casi la cosa che davvero può fare la differenza per una startup è di trovare investitori che, oltre a mettere a disposizione le risorse economiche necessarie per l’avvio della nuova attività, condividano la loro esperienza maturata negli anni con il neo imprenditore.

Quindi non basta trovare investitore che “ci mettono i soldi”?

Secondo quella che è stata la mia esperienza, ti dico di no, perché in moltissime occasioni, durante il tuo percorso, ti accorgi che non basta avere un milione di euro sul conto, devi sapere come gestire e investire il denaro nel modo corretto e intelligente. Probabilmente un neo imprenditore che vede improvvisamente realizzata la sua impresa, preso dall’emozione, potrebbe avere qualche mania di grandezza e quindi potrebbe esporsi nel modo sbagliato, investendo senza particolari ragionamenti e rischiando di perdere i propri soldi e quelli degli altri.

Quindi, oltre a trovare investitori che credono nel tuo progetto, è importante che loro possano farti crescere insieme alla tua impresa perché il valore più grande che può darti un investitore, è anche il denaro, ma soprattutto la sua grande esperienza nel mondo imprenditoriale.

E come diceva il grande Jim Rohn: “Prendi tempo per raccogliere il passato in modo che sarai in grado di imparare dalla tua esperienza e investirla nel futuro.”

Consigli pratici:

  • lavora continuamente su te stesso, affina e apprendi nuove abilità
  • non hai trovato le persone giuste? Ti consiglio questo interessante articolo
  • non mollare.. Mai J

 

About Giovanni Geografo

Cofounder Associazione Forseti. Startupper.

Check Also

Oggi voglio parlare di Brainstorming e di Alleanze di Cervelli!

Alleanza dei Cervelli: il brainstorming per imprenditori e professionisti

Oggi voglio parlare di Brainstorming e di Alleanze di Cervelli! Da Wikipedia la definizione che ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × uno =

Show Buttons
Hide Buttons

Vuoi diventare IMPRENDITORE?

Scarica l'EBook OMAGGIO "Libera l’Imprenditore che c’è in te!"

Un e-book adatto a chiunque abbia un Sogno Imprenditoriale, un’idea sulla quale voglia sviluppare un proprio business ma anche a chi aspira concretamente a divenire Imprenditore, oppure, a chi è già uno Startupper o un Neo Imprenditore.

Registrandoti confermi di accettare l'informativa sulla privacy